Elenco comuni delibera Zona Franca

In questo sito trovi l’elenco dei Comuni della Sardegna che hanno già deliberato per la Zona Franca o hanno ricevuto dalla Agenzia della Dogana e dei Monopoli l’Istituzione della Zona Franca, guarda in questa pagina ELENCO COMUNI.

ATTENZIONE!! questo elenco è frutto di ricerche in internet e di vostre segnalazioni, dunque non è aggiornato e possono esserci errori.

Se vuoi comunicare errori, comuni mancanti, date e numero delibere lascia un commento nel gruppo FB comuni che hanno deliberato… o nella pagina info

Se il tuo comune non ha ancora deliberato Scarica il PDF delle locandine, stampale e distribuiscile per sensibilizzare la tua amministrazione.

zona franca al consumo oristano

zonafranca vol oristano

PERCHÉ LA VOGLIAMO?
Perchè nel nostro comune i beni in vendita non verrebbero gravati da IVA e/o altre tasse, imposte e accise.
Pertanto risulta conveniente vendere e acquistare carburanti, alcolici, tabacchi, profumi, zucchero, abbigliamento, elettronica, ecc.
Perché il potere d’acquisto dei residenti aumenterebbe dal momento che tutto costerà meno e questo beneficio, ovviamente, attrarrà anche i turisti (proprio come il Comune di Livigno, ad esempio: 15 milioni di euro nel 2012).
Obiezione: se il Comune non incassa (per conto dello Stato) questi tributi potrebbe avere una diminuzione di introiti derivanti dallo Stato? Si, potrebbe, in minima parte. Il Comune, però, ben può compensare il mancato introito applicando i DIRITTI SPECIALI sugli stessi beni immessi al consumo.
A titolo di esempio: il gasolio che oggi costa 1,70 euro può esser venduto a 0,60 ma con l’aggiunta dei diritti speciali può arrivare a 0,80 – 1 euro, con risparmio per il cittadino e un rilevante introito diretto e immediato per le casse comunali.
Chi rinuncerebbe a pagare meno TUTTO se la legge lo consente?

zonafranca vol aristanis

POITA DDA BOLEUS?
Ca in su comunu nostu is benis po bendi no iant a essi carrigaus de IVA e/o de àteras pagamentas, afoghìgius e acisas.
Po tanti iat a torrai prus a contu a bendi e a comporai carburantis, bevandas arculosas, tabacu, profumus, tzùcuru, bestimenta, eletrònica, etc.
Ca su poderi de is residentis de comporai iat a cresci casi ca ònnia cosa iat a essi prus a baratu e custu benefìciu, est craru, iat a tzerriai prus is turistas (giustu e sìmbili su Comunu de Livigno, po nai: 15 millionis de èurus in su 2012).
Opositzioni: si su Comunu (a contu de su Stadu) no incàsciat custas pagamentas, is intradas de parti de su Stadu ddi cabant? Emmu, podit essi, de un’ena. Ma su Comunu ge podit aparigiai s’intrada mancanti ghetendi is DERETUS ISPECIALIS a pitzus de cussus benis etotu chi ant a essi postus a bendi.
A usu de paragoni: su gasollu chi a dii de oi costat 1,70 èurus fadiat a bendi a 0,60 ma aciuntu de is deretus ispecialis iat a imbati a 0,80 – 1 èuru, arresparmiendi cosa su tzitadinu e tenendi assegurada is càscias de Comunu un’intrada de càbudu, pronta e a contu suu.
Chii s’iat a privai de pagai ÒNNIA COSA prus pagu, de chi ddu permitit sa lei?

 

SCARICA IL PDF